Notizia di qualche giorno fa, Facebook ha confermato il Ban di Trump per 2 anni. Lo riscrivo: Trump bannato 2 anni su Facebook. Questo fatto nasconde tanti interrogativi e problemi anche per la tua azienda (e la mia azienda).

Vedi, quando non controlli il media su cui comunichi, se in pericolo, per 3 motivi. In questo post vedremo questi 3 motivi e quindi i 3 semplici passi per assicurati che non capiti anche a te.

Oggi in media 7 azienda su 10 fanno solo marketing online. Si limitano a scrivere su Facebook, Instagram o al massimo fare inserzioni sempre su questi canali. Questo, come anticipato, racchiude il più grande dei problemi: NON AVERE CONTROLLO.

Ti svegli la mattina dopo e Facebook ti comunica che il tuo Business Manager o la tua pagina sono stati bannati perché hai usato parole vietate o perchè qualcuno (magari la tua concorrenza) ti ha segnalato come un pericoloso “spacciatore” di contenuti aziendali.

Le persone hanno una memoria corta, non molto tempo fa è stata approvata una legge che bandiva, quindi rendeva illegale, le chiamate a freddo o l’outbound marketing. Questo ha creato un terremoto e portato alla scomparsa di tantissime aziende.

Tanti imprenditori dipendevano dal sistema “chiamata a freddo”, quasi tutti oggi sono falliti. Tutto questo perché le regole del gioco sono cambiate. In America le televendite erano illegali, poi Reagan le ha rese legali, pu lasciandole invariate.

Ora passiamo ai 3 Semplici passi che potrebbero garantire la sopravvivenza della tua azienda.

#1 – Il media che usi maggiormente per trovare clienti o vendite possa cambiare regole o chiudere o bannarti.

Come anticipato, la tua azienda non deve assolutamente dipendere solo o soltanto da Media di non proprietà. Parlo di Facebook, Instagram, Google o aziende simili. Esempio, il tuo sito (un media di tua proprietà) deve sempre essere parte integrante della tua strategia. Il Traffico puoi sempre comprarlo da altre fonti se dovesse chiudere l’attuale fornitore.

Se chiude Facebook, compri spazi pubblicitari su Google o viceversa. Ma l’obiettivo deve sempre essere quello di avere nella strategia un tuo Media.

Vedo troppo spesso aziende e imprenditori comprare traffico e spostarlo all’interno dello stesso media. Fanno inserzioni su Facebook per far leggere un contenuto che è sempre su Facebook e non porta verso un media proprietario come il sito o una mailing list.

Questo è un errore “mortale” per la tua azienda. Oggi la cosiddetta “censura aziendale” è alla portata di tutti e può colpire tutti (vedi Mr. Trump)

#2 – Il Media che usi potrebbe non essere più efficiente.

Prendiamo Facebook, per esempio,  Facebook si immischia sul contenuto che produci, sul linguaggio, sulle headline. sulle offerte, sui prodotti che carichi nello shop, su tutto praticamente.

Ed in molti casi è così censurante e restrittivo, che è davvero un media inefficace per te, ma che paghi o continui a pagare.

Google Ads ti limita i caratteri, quindi non puoi dire quello che vuoi nella quantità che vuoi.

Questo limita la tua comunicazione anche sulle pagine d’atterraggio. Facciamo un esempio, se stai facendo Facebook ADS verso una landing page, anche questa deve rispettare le policy del social. Se non avviene, ti penalizza o non ti fa passare l’inserzione stessa. Questo rende il tuo contenuto o copy meno efficace, perché deve passare sotto lo scanner vigile di Facebook. I Social non amano molto il marketing a risposta diretta, quindi tendono ad ostacolarlo o rifiutarlo.

#3 – Ti bloccano o ti mettono un Ban (se ti va bene momentaneo)

Questo purtroppo è una condizione che in molti vivono in questa fase storica. Su Facebook spesso ti bannano e spesso ti tocca sudare freddo perché all’improvviso le tue entrate si azzerano senza preavviso.

Personalmente mi tocca fare i conti con i vari Ban almeno 4/5 volte all’anno. Ti assicuro che è un dramma.

Questo succede regolarmente, e la dipendenza da quel media che non controlli ti mette costantemente a rischio. Cosa puoi farci? Come anticipato, puoi assicurarti di diversificare i media che usi mettendo al centro i tuoi: Sito, mailing list e Carta.

Nessuno può bannarti sul tuo sito, nessuno può bannarti la carta (se per esempio mandi una sale di carta) e nessuno può bloccarti l’invio di email (è qualcosa di assolutamente raro).

Come vedi i 3 passi sono tutti legati ai media che usi per promuoverti o vendi. Se non vuoi ritrovarti con Zero traffico o Zero vendite, di fare esattamente questo:

Devi assicurarti di spostare costantemente più prospect, clienti, fan, follower, iscritti possibili da ogni Media che non possiedi, sul quale non hai controllo, e che ha un sensore attivo su di te e ti può bannare in qualsiasi momento, su una piattaforma di tua proprietà.

Su un tuo Media è più difficile bannarti o massacrarti, ed è il motivo per cui sposti più persone possibile dai media di altri al tuo sito o alla tua mailling list.

Oltre a mettere in campo quella che chiamo “Strategia di Transumanza”, ovvero spostare dati e contatti da un media all’altro, ti serve anche presidiare il mondo reale e quindi l’ambiente dove vivono realmente i tuoi clienti.

Devi mettere in campo quella che viene chiamata “Invadere l’ambiente”. Per farlo ti servirà la vecchia e cara Carta. Spedire materiale cartaceo è in sostanza l’ultima roccaforte della comunicazione incensurata.

È davvero complesso farti bloccare l’invio di materiale a casa. Non c’è uno scanning algoritmo e robotico che controlla la tua posta minuto per minuto, ora per ora, giorno per giorno.

Tutto questo non succede con la vecchia e cara Carta.

Se usi Facebook devi essere costantemente in Alert. ogni giorno devi stare attento a non entrare in conflitto con gli algoritmi di Facebook, o con ragazzi “sbarbatelli” che si occupano di decidere le sorti del tuo post, delle tue inserzioni e molto spesso della vita della tua azienda.

Un vero imprenditore pone la sua attenzione al sacrificare l’efficacia sull’altare dell’efficienza.

Spesso le persone cadono nell’ultradipendenza o dipendenza esclusiva dai media di comunicazione, oppure dai media di marketing che siano efficienti, convenienti, automatizzati e/o economicamente vantaggiosi, ma che gli richiedono di sacrificare l’efficacia.

Il bene della tua azienda viene prima, camminare costantemente sulle uova (così mi sento quando usi i social per me e per i miei clienti) ti mette nella posizione di essere una commodity. Doverti adeguare alle policy ti porta via l’elemento differenziante.

Essere dipendente da solo Facebook o Instagram o Google non è intelligente, ci sono passato! Ti dico tutto questo perché ho vissuto sulla mia pelle che vuol dire fondare un business su un solo canale e poi veder morire quel media o traffico. È stata la morte della mia azienda.

Torniamo a rimettere al centro delle nostre strategie di marketing i nostri punti di forza o media di proprietà. Torniamo ad usare Siti, Blog, Mailing List in supporto a media in prestito come i social.
Mi fa ridere quando qualcuno dice: “Ho 120mila Follower”. È una frase inesatta, i follower non suoi suoi, sono a noleggio per gentile concessione. Da un momento all’altro potrebbero sparire come neve al vento.

Se invece vuoi usare i Social, ma non rischiare di ritrovarti in situazioni gravi come quelle affrontate in questo post, allora richiedi la mia speciale Consulenza Strategica gratuita di 60 minuti. Ho pensato di offrire 10 ore del mio tempo e della mia esperienza a imprenditori che hanno compreso l’importanza di cambiare strategia o iniziare ad averne una che generi clienti e vendite costanti. in modo tale da vivere mai più un giorno senza clienti o senza vendere…

Ti aspetto in consulenza, sono rimasti solo 4 posti…

– Giando

Published On: Giugno 5th, 2021 / Categories: Blog, News /

Ricevi Guide, News e Risorse gratuite via email

Iscriviti e ricevi in anteprima i contenuti più interessanti

Iscrizione effettuata correttamente.
errore, verifica i dati e riprova

Cliccando accetti le Privacy Policy del sito. Potrai cancellarti in qualsiasi momento

Hanno parlato di noi su…