Usi Facebook per la tua attività o azienda ma non porti a casa clienti? Provi ad intercettare clienti con le inserzioni ma ancora una volta non porti a casa clienti? Non demordere, è successo anche a me.

Facebook ADS è uno strumento estremamente potente che se usato correttamente può portare migliaia di clienti ad un prezzo ragionevole. Ci sono centinaia di miei clienti che generano fatturati impressionanti solo tramite Facebook ADS.

Il problema è che non tutti ottengono risultati positivi, purtroppo oggi Facebook non è più lo strumento facile e veloce di qualche anno fa. Diciamolo, è diventato maledettamente complesso e anche costoso se non sai come funziona. In pratica l’era dell’inserzione fai-da-te è praticamente morta.

Ti mostrerò una delle strategie di marketing più potenti e sempreverdi che ti aiuterà a generare nuovi contatti, aumentare il ROI e far crescere la tua attività.

Non c’è dubbio che le inserzioni Facebook sono una forza motrice quando si tratta di generare sia contatti che vendite. Tuttavia, le possibilità che qualcuno acquisti il ​​tuo prodotto o servizio la prima volta che vede l’annuncio o interagisce con il tuo Brand, sono piuttosto scarse.

Serve una Strategia più ampia che la sola inserzione. Vedremo come sfruttare Facebook e le inserzioni per catturare nuovi clienti.

Ti mostrerò come puoi trasformare gli utenti Facebook in clienti seguendo una delle mie personali strategie più usate: il Social Funnel!

Facebook se usato bene può portarti persone in target, pronte per fare acquisti. La sfida è fare il lavoro nel modo giusto. Ci sono 3 fattori chiave che devi conoscere se vuoi avere successo con Facebook Ads:

  1. Prodotto o Servizio
  2. Funnel di Vendita
  3. Ottimizzazione

Se conosci questi 3 aspetti e li segui alla lettera, Facebook diventa la tua mecca dei clienti. Ti permette di sfornare clienti come fa il panettiere sotto casa mia con il pane.

Partiamo dal primo punto, Prodotto o Servizio:

Non importa quanto tu sia intelligente e quanta esperienza hai nella vendita, se vuoi vendere un prodotto o servizio devi sapere come fare (almeno nel lungo termine). E per farlo serve metodo e procedure precise.

Per prodotto o servizio intendo il modo in cui lo promuovi: pagina di destinazione, app, e-mail o qualsiasi altra cosa sia la tua comunicazione dopo che una persona ha fatto clic sul tuo annuncio.
Molti marketer si dimenticano di questo e si concentrano solo sulla pubblicità o sulla sola inserzione. Grosso errore. Ormai il solo annuncio non basta più.

Lavora sulla tua landing page, esegui test A / B, ripeti test su CTA e Headline. Assicurati che le persone capiscano cosa vendi a colpo d’occhio, fai capire loro perché hanno bisogno del tuo prodotto e che possono comprarlo in modo semplice e veloce. Facile a dirsi, leggermente più complesso a farsi.

Ecco perché seguire corsi, video o eventi su Facebook ADS è diventato uno spreco di tempo e soldi. Oggi devi essere un esperto in advertising su Facebook se vuoi ottenere clienti. Le inserzioni fai-da-te sono morte.

Non è importante avere un prodotto o servizio di qualità, quello che conta è come riesci a venderlo. L’inserzione Facebook ti servirà per attirare l’attenzione di un pubblico potenzialmente interessato ma non deciso ad acquistarlo (almeno non subito).

Ecco perché ti serve conoscere il secondo step della strategia marketing: Il Social Funnel!

Passiamo al secondo punto, il Funnel di Vendita (AIDA):

 

Come anticipato, gli annunci veloci tipo “Compralo subito” non funzionano così bene al giorno d’oggi. Il mercato è diventato più complesso e saturo, ecco perché servono tecniche avanzate per trasformare un clic in un cliente.

La migliore soluzione è quella di suddividere il tuo potenziale pubblico in 3 asset e lavorare con ciascuno in un modo diverso:

Parte superiore del Funnel (TOFU): Trasforma estranei in potenziali clienti

Queste sono Persone che non ti conoscono ancora.  Usa video e contenuti coinvolgenti per creare consapevolezza iniziale e fiducia.  Usa un vasto pubblico basato sull’interesse e pubblici simili per trovare il target.

A meno che tu non sia un brand famoso e familiare come Nike, Apple o Coca Cola, il pubblico in questa fase sarà completamente estraneo alla tua attività. Ecco perché viene chiamato “pubblico freddo;” non ti conoscono, non si fidano di te e non sono ancora interessati.

In questa fase si tende a trasforma gli estranei in potenziali clienti.

Se vuoi riscaldare un pubblico freddo e convertire persone estranee in potenziali clienti, devi educarli sui vantaggi dei tuoi prodotti o servizi e di come potrebbero “cambiare la loro vita”.

Invece di avviare inserzioni con obiettivo di conversione, aumenta la consapevolezza e fai capire alle persone che hanno bisogno del tuo prodotto o servizio. Fallo evidenziando i loro interessi, bisogni e problemi e come puoi risolvere tutto con i tuoi prodotti/servizi.

Focalizza le tue inserzioni sui vantaggi unici che offri. Rendi questa fase istruttiva ed educativa.  Lo storytelling funziona benissimo anche in questa fase. Inoltre, assicurati di non chiedere troppo in questa fase.

È troppo presto per chiedere agli utenti azioni impegnative tipo prova gratuita, una demo, un preventivo o una consulenza. Anche se è tutto gratuito, la maggior parte delle persone esiterà perché rinunciare ai propri dati in cambio di omaggi è ancora troppo impegnativo per un perfetto sconosciuto.

Tuttavia, a seconda del modello di business e del target, offrire qualcosa di gratuito come un report, un e-book o altro materiale potrebbe funzionare anche in questa fase di sensibilizzazione.

Rendi la tua offerta il più minacciosa possibile per l’utente. ovviamente in questa fase non contare su possibili vendite. Tutti gli sforzi in questa fase ti aiuteranno a creare una solida base per le fasi successive e aumenteranno i tassi di conversione quando servirà.

I migliori obiettivi della campagna per questa fase di sensibilizzazione sono:

  • Notorietà del brand
  • Copertura
  • Traffico
  • Visualizzazioni del video
  • Messaggi

Evita obiettivi come conversioni, vendite dei prodotti del catalogo e generazione di contatti durante la fase di sensibilizzazione, poiché non tendono a funzionare bene con un pubblico freddo. Una cosa che devi assolutamente evitare durante la fase TOFU è parlare di prezzo nelle inserzioni Facebook.

Tipo di annuncio ottimale per la fase TOFU.

Poiché il pubblico freddo ed è completamente nuovo per il tuo brand o attività, devi utilizzare formati di annunci Facebook che catturano immediatamente l’attenzione e restano nella mente degli utenti. In pratica devi saper catturare l’attenzione.

I tipi di annunci che hanno sempre funzionato meglio in questa fase sono:

  • Annunci video
  • Annunci con caroselli
  • Annunci con Esperienza Interattiva
  • Annunci Raccolta

Uno dei modi migliori per iniziare il viaggio dell’acquirente è quello di utilizzare un annuncio video.

I video sono un formato di annuncio eccellente perché ti consentono di presentare il tuo marchio e di evidenziare i vantaggi unici dei tuoi prodotti/servizi in modo accattivante.

Gli annunci video sono perfetti per il pubblico freddo e per le persone che si imbattono per la prima volta nel tuo brand o attività.

Per esempio potresti usare un video d’impatto per suscitare curiosità.

Oppure potresti raccontare una storia avvincente mostrando il lato eccezionale del tuo prodotto o servizio. In questo modo il tuo annuncio sarà memorabile. Questo renderà immediatamente riconoscibile il tuo brand al prossimo annuncio o contenuto.

Ma c’è un altro vantaggio fondamentale nell’utilizzare video per la tua interazione iniziale con un pubblico freddo.

Una inserzione Facebook con un video offre un’opportunità unica in fase di retargeting del pubblico in base alla quantità di video visto. Potrai segmentare il video per percentuale di visualizzazione. Esempio chi ha visto almeno il 75% del video potrà vedere una stupenda offerta o altro contenuto.

Il video è perfetto per spostare gli utenti alla fase successiva funnel, ovvero la parte MOFU.

Ora vediamo quale CTA è consigliabile usare per un pubblico freddo.

Quando fai pubblicità e ti rivolgi ad un pubblico freddo devi essere paziente. Vacci piano con le aspettative.

Usa gli annunci di Facebook per farti notare, per presentare il tuo brand, attirare l’attenzione e riscaldare dei perfetti sconosciuti in potenziali clienti. Devi catturare il loro interesse e non vendere.

Ricorda: queste persone sono completamente estranee al tuo brand. Se saremo troppo commerciali in questa fase, respingeranno i nostri annunci e potrebbero segnalarli come SPAM. Questo potrebbe essere molto dannoso per la tua inserzione.

Fornisci contenuti utili, coinvolgenti e divertenti con offerte che non richiedono agli utenti di fare troppo lavoro o che siano di troppo impegno (sia economico che fisico o mentale)

Alcuni esempi di CTA da usare in questa fase di sensibilizzazione:

  • Guarda il video
  • Visita il Sito Web
  • Partecipa al quiz
  • Dai un’occhiata alla pagina del mio prodotto
  • Leggi un post sul blog o una guida, ecc.

Qualsiasi azione che non richiede impegno è adatta per un pubblico freddo.

Anche un omaggio gratuito può essere una domanda difficile per un pubblico freddo se richiede di rinunciare alle informazioni di contatto.  Quindi, cammina attentamente.

Inoltre, assicurati che i tuoi annunci su Facebook comunichino la necessità del tuo prodotto/servizio.  Focalizza la tua copia dell’annuncio su caratteristiche e vantaggi unici invece di lanciarti direttamente come un venditore porta a porta.

Centro del Funnel (MOFU) – Trasforma l’estraneo in Lead

Queste persone hanno già interagito con te prima e ora hanno molte più probabilità di acquistare. Rendi facile questo primo acquisto. Incentivali a comprare da te, fai loro un’offerta speciale, offri uno sconto o una prova gratuita.

Devono poter agire facilmente e quindi entrare finalmente nella tua azienda come cliente pagante. Quello che conta in questa fase è la conversione, indipendentemente dal valore che porta in termini di utili o margini.

In questa fase è fondamentale usare il Retargeting o Remarketing per gli utenti già coinvolti o per coloro che hanno visto un tuo contenuto o video.

Il tuo obiettivo in questa fase è quello di trasformare il pubblico freddo in lead raccogliendo le loro informazioni di contatto per avviare la fase successiva.

Usa il pubblico riscaldato nella fase precedente e rendilo abbastanza interessato da voler provare il tuo prodotto o servizio.

I potenziali clienti devono iniziare a prendere in considerazione l’acquisto dei tuoi prodotti: da qui il nome “Fase di valutazione”.

Idealmente, i potenziali clienti in questa fase devono visitare il tuo sito Web o la pagina di destinazione, aver visto la tua offerta principale (prodotti o servizi) e lasciare le loro informazioni di contatto.

Questa fase è un buon momento per essere più diretti e chiedere l’email degli utenti in cambio di qualcosa di valore, come un pdf scaricabile, offerta speciale, campione gratuito o prova, webinar, ecc.

In questa fase è buona norma avere una landing page dedicata e ottimizzata per l’acquisizione dei lead. Se riesci ad ottenere i dati di contatto (tipo una email) potrai utilizzare il remarketing via e-mail per coltivare lead e avvicinarli gradualmente all’acquisto.

Il tuo utente è ancora però lontano da prendere una decisione d’acquisto, quindi fai attenzione a non spaventarlo: non essere invadente o spinto nel marketing e nel copy.

La fase di valutazione è anche un’opportunità per creare fiducia e iniziare a farti percepire come autorità.

I potenziali clienti che provano i tuoi prodotti o scaricano i tuoi lead magnet stanno dimostrando molto interesse per te e per il tuo brand, non rovinare tutto forzando la mano. Ma ancor di più, hanno un’idea di cosa significhi essere un tuo cliente. Quindi, assicurati che sia un’esperienza piacevole.

Nella fase di Valutazione indirizza il pubblico che ha precedentemente interagito con i tuoi contenuti TOFU. Questi utenti hanno manifestato interesse facendo clic e visitando il tuo sito o guardando i tuoi video.

I migliori pubblici Facebook per questa fase sono:

  • Segmenti di pubblico personalizzati (pubblico retargeting)
  • Pubblico simile (lookalike)

Crea un pubblico personalizzato che ha precedentemente fatto clic sui tuoi annunci Facebook, visitato le tue pagine di destinazione e mostrato un certo interesse per il tuo prodotto o servizio.

In sostanza devi includere le persone che sei riuscito ad attrarre nel passaggio precedente del funnel, ovvero quello TOFU.

Utilizza i vari segmenti di pubblico personalizzati per effettuare il retargeting su utenti che hanno visitato il tuo sito Web, interagito con la tua Pagina Facebook, ecc.

Ora è il momento di indirizzare gli utenti che hanno visto una parte significativa dei tuoi video per esempio (idealmente il 50 o il 75%).

Puoi anche scegliere come target gli utenti che hanno interagito con i tuoi annunci basati su esperienza interattiva o raccolta.

Non dimenticare di creare un pubblico simile che mirerà agli utenti Facebook che sono più simili a quelli del tuo pubblico personalizzato.

Inoltre, una volta che le campagne MOFU iniziano a ottenere certe performance, crea un pubblico simile che troverà nuovi utenti simili a quelli che tendono a convertirsi nei tuoi moduli creati per la generazione dei lead.

Adesso vediamo quali Obiettivi puoi usare in questa fase centrale del funnel.

Nella fase di valutazione, devi cercare di trasformare i potenziali clienti in lead raccogliendo le loro informazioni di contatto. Ecco perché è opportuno scegliere obiettivi incentrati sulla generazione di lead, tra cui:

  • Traffico
  • Interazione
  • Generazione Contatti
  • Messaggi
  • Conversioni

Gli obiettivi che generano traffico funzionano abbastanza bene se decidi di indirizzare i visitatori su una pagina di destinazione ad alte prestazioni o su una pagina di prodotto o servizio ben fatta.
L’obiettivo Messaggi può essere una buona scelta se il modello di business prevede la comunicazione diretta con potenziali clienti.

Oppure puoi acquisire i contatti direttamente all’interno del Social con l’obiettivo Generazione Contatti. Questa opzione ti evita il problema di creare una landing page dedicata.

Tuttavia, questi annunci sono disponibili solo sui dispositivi mobili.  Inoltre, potrebbero non offrire tutte le opzioni di personalizzazione che desideri.

Infine, se stai ottenendo buoni risultati con le tue campagne MOFU, puoi testare l’obiettivo Conversioni e vedere come si comporta in termini di tassi di conversione e costi di acquisizione.

Adesso vediamo quale Tipo di annuncio è ottimale in questa fase di valutazione

Ecco alcuni dei formati con il rendimento migliore:

  • Annunci Raccolta
  • Annunci Carosello

Di gran lunga il formato di annunci Facebook più utilizzato nella fase di valutazione è l’annuncio Raccolta. Se hai un ecommerce, il formato carosello potrebbe essere la soluzione migliore per te.

Le cose sono più semplici in questa fase. A questo punto, i potenziali clienti conoscono già il tuo brand e i tuoi prodotti o servizi.

Ecco perché non c’è bisogno di utilizzare formati complessi. L’obiettivo deve essere quello di mantenere un annuncio semplice e concentrarsi sul copy.

Vediamo quale CTA è meglio usare in questa fase

Nella fase di Valutazione, il tuo prospect è riscaldato e interessato, devi solo dare loro un motivo per trasformare quell’interesse in desiderio. È anche tempo di puntare ad azioni di alto valore come le iscrizioni.

Per indurre le persone a inviarti i propri dati di contatto è necessario un irresistibile Lead Magnet.

Ricorda che ciò che chiedi nel tuo annuncio deve sempre essere proporzionale al valore percepito che le persone stanno ottenendo.

Un omaggio in cambio di un numero di telefono o e-mail dovrebbe essere uno scambio equo. E costruirà gradualmente fiducia, che è essenziale per concludere la vendita.

Vediamo quali sono i Lead Magnet migliori in questa fase:

  • Prova gratuita
  • Webinar
  • Campioni gratuiti
  • Offerte speciali e sconti
  • Demo del prodotto
  • Libri elettronici scaricabili, report, casi studio, ecc.

Se hai un e-commerce con prodotti facili da capire, puoi anche invitare gli utenti alle pagine dei tuoi prodotti con una CTA del tipo “acquista ora” e appena l’utente tenta di lasciare la pagina, appare un pop up che lo spinge a lasciare i dati (Exit Intent).

Assicurati solo di indirizzare il tuo pubblico verso un’offerta diversa da quella che stai mostrando al pubblico freddo.

A differenza degli annunci di sensibilizzazione TOFU, in cui il copy dell’annuncio si concentrava solo sulle funzionalità e sui vantaggi, nella fase di valutazione è importante evidenziare elementi come:

  • Riprova sociale
  • Garanzia
  • Il valore percepito del Lead Magnet, ecc.

Poiché il pubblico in questa fase ti conosce meglio ed è interessato ai tuoi prodotti o servizi, puoi utilizzare un linguaggio un po’ più aggressivo nella tua CTA. Ecco quali utilizzare in questa fase:

  • Iscriviti
  • Scarica
  • Richiedi preventivo
  • Iscriviti
  • Scopri di più
  • Prenota ora
  • Acquista ora

Fondo del Funnel (BOFU) – Trasformare i lead in clienti paganti

Le persone sono già entrate in contatto con te. È tempo di vendere e farlo a margini alti. Utilizza inserzioni di vendita diretta, mostra la tua offerta nel modo migliore per chiudere l’affare e portare a casa il cliente. In questa fase è importante non sopraffare le persone con le inserzioni per troppo tempo, tieni d’occhio la saturazione del pubblico e quante volte entrano in contatto con il tuo annuncio, guarda con estrema attenzione la frequenza indicata da Facebook.

In pratica dovrai realizzare un’inserzione per ogni parte del funnel, questo perché cambia la consapevolezza del tuo pubblico e quindi anche il copy deve essere coerentemente riformulato.

Non dimenticare la creatività, anche la parte fotografica o grafica deve seguire il grado di consapevolezza.

In fondo al Social Funnel fatto con le inserzioni, l’obiettivo è trasformare i lead in clienti paganti. Finalmente è il momento di iniziare a vendere direttamente!

Nelle fasi precedenti, hai introdotto il tuo brand o prodotto o servizio, hai attirato l’attenzione degli utenti e hai creato fiducia con omaggi e Lead Magnet. Ora il pubblico è più caldo che mai.

Assicurati di comunicare chiaramente la tua offerta per spingere i lead a desiderare i tuoi prodotti. In questa fase dobbiamo anche agire velocemente e approfittare del momento caldo.
L’idea principale in questa fase di Conversione è quella di convertire in soldi la tua offerta principale, il che significa far acquistare il tuo prodotto o servizio.

Vediamo il pubblico Target ideale per la fase di Conversione BOFU

Il pubblico in questa fase di conversione deve essere molto specifico, ecco perché devi concentrarti su segmenti di pubblico personalizzati costituiti in gran parte dai lead esistenti e da quelli simili (lookalike) Assicurarti di escludere tutti gli utenti che sono diventati clienti durante le fasi precedenti.

Durante la fase di conversione, utilizza il seguente pubblico:

  • Segmenti di pubblico personalizzati (costituiti dai tuoi lead scaldati)
  • Pubblico simile (simile al tuo pubblico personalizzato)

Imposta i segmenti di pubblico personalizzati su Facebook scegliendo chi ha visitato il tuo sito Web in precedenza, i lead e le persone che hanno interagito con i tuoi annunci nelle precedenti fasi del Social Funnel.

Puoi scegliere come target tutti i visitatori del sito Web, quelli che sono rimasti sul tuo sito per un determinato periodo di tempo o gli utenti che hanno visitato una pagina specifica, ad esempio una  pagina di ringraziamento di un Lead Magnet.

Come primo step, crea un pubblico simile per estendere la portata a utenti simili a quelli del tuo pubblico personalizzato.

Se gestisci un negozio online, scegli come obiettivo della campagna “Vendite dei prodotti del catalogo”. Potrai utilizzare il pubblico che ha visualizzato o aggiunto qualcosa al carrello ma non ha ancora acquistato (carrelli abbandonati).

Questa è una potente strategia per targettizzare il pubblico giusto per recuperare i carrelli abbandonati e aumentare le tue vendite in modo veloce.

Vediamo quali obiettivi utilizzare nella fase BOFU

La parte finale del funnel riguarda l’acquisizione di un cliente. Ecco perché dovresti ottimizzare le tue campagne Facebook in base alle conversioni.

Assicurati di impostare correttamente il pixel di Facebook con il monitoraggio delle conversioni per trasferire i dati delle conversioni alla tua campagna pubblicitaria. Questo aiuta Facebook a capire cosa funziona e a ottimizzare le campagne offrendo prestazioni ancora migliori.

I tre principali obiettivi da utilizzare sono:

  • Conversioni
  • Vendite dei prodotti del catalogo
  • Traffico nel punto vendita

L’obiettivo Conversione è universalmente una buona scelta per le campagne BOFU poiché ottimizza al massimo le conversioni. E poiché in questa fase il tuo pubblico è già pre-riscaldato, c’è un’alta probabilità che si convertano.

L’obiettivo Vendite dei prodotti del catalogo funziona perfettamente per le aziende di e-commerce che condividono il loro feed di prodotti su Facebook per tracciare azioni, acquisti, carrelli abbandonati e altro ancora.

Puoi caricare il tuo catalogo prodotti su Facebook utilizzando un semplice plug-in (se sei interessato chiedimi come fare).

L’obiettivo Vendite dei prodotti del catalogo ottimizza la tua campagna in modo tale da farti raggiungere quante più vendite possibili sul tuo e-commerce. Ti consente anche di creare annunci di prodotti dinamici.

Non dimenticare di monitorare le prestazioni di conversione, i costi di acquisizione dei clienti (CAC), i ricavi e altri KPI per ottenere una panoramica completa dei risultati del funnel.

Infine, l’obiettivo Traffico nel punto vendita è utile per i commercianti che gestiscono negozi fisici che desiderano attirare traffico verso il loro negozio fisico su strada.

Vediamo che Tipo di annuncio usare nella fase di conversione BOFU

I formati più performanti in questa fase sono:

  • Annunci Con Immagine
  • Annunci Dinamici
  • Annunci Carosello

Gli annunci classici con foto o video sono adatti se vendi un prodotto o servizio principale.  Mentre se vuoi mostrare più prodotti o servizi, puoi usare la versione Carosello per mostrare prodotti nuovi o più venduti ai recenti visitatori del sito web.

Gli annunci Dinamici mostrano automaticamente i prodotti giusti alle persone che hanno mostrato interesse per loro.
Ad esempio, se un acquirente visualizza una tazza di caffè, un ombrello e una penna sul tuo e-commerce, la prossima volta, Facebook effettuerà il retargeting dinamico dell’utente con gli stessi identici prodotti.

Vediamo che tipo di copy e CTA offrire in questa fase.

Il pubblico è ormai vicino all’acquisto finale. Devi solo dare loro una piccola spinta o motivo per decidere definitivamente. La tua inserzione dovrebbe essere specifica, diretta e puntuale. Aumenta la fiducia degli utenti e rafforza la loro decisione di acquisto.  Rendi irresistibile la tua offerta!

Niente più chiacchiere, nella fase di conversione è tempo di evidenziare il valore dell’acquisto. Idealmente, l’annuncio dovrebbe includere elementi come:

  • Prezzo (soprattutto se è un prezzo interessante)
  • Opzioni di spedizione (ad es. spedizione gratuita, consegna veloce)
  • Offerte speciali e sconti
  • Importo risparmiato
  • Omaggio
  • Riprova sociale
  • Senso di urgenza o Scarsità
  • Acquisto senza rischi (garanzia), ecc.

Assicurati anche di rispondere alle ultime obiezioni che potrebbero avere i potenziali clienti che si tratti di prezzo, costi di spedizione o qualsiasi altro ostacolo all’acquisto.

Se non vuoi che i potenziali clienti esitino e pensino troppo alla tua offerta, è fondamentale creare un senso di urgenza vero (non fasullo).

Per esempio puoi farlo menzionando cose come la durata dell’offerta o una quantità limitata.

Le CTA che potrebbero funzionare meglio in questa fase:

  • Acquista ora
  • Ottieni offerta
  • Iscriviti

Ricordati: una vendita non significa la fine del viaggio dell’acquirente. È solo l’inizio di una nuova relazione, ecco perché dovrai continuare a comunicare e vendere al cliente che hai appena convertito grazie al tuo Funnel di vendita.

Passiamo al terzo elemento della  strategia, l’Ottimizzazione:

La parte più complicata e che richiede più tempo in quanto non esiste una soluzione unica per tutti. Una volta lanciate le campagne per tutte e 3 le fasi del funnel, è necessario tenere traccia di 10-12 metriche al giorno, come ROAS, CPM, CTR, frequenza ecc.

Il solo guardare non basta, bisogna essere in grado di agire rapidamente sulle metriche negative prima che brucino i tuoi soldi in modo veloce.

Spesso non è facile ottimizzare un’inserzione subito. È possibile ma bisogna eseguire analisi manuali per scoprire cosa non va e poter scalare l’ads. Non basterà leggere qualche forum o qualche post in giro per il web, se sei impreparato brucerai soldi e tempo.

Anche qui serve metodo e routine nell’eseguire le analisi. La mai procedura consiste principalmente in queste cose:

  • Segmentare il pubblico e fare split test in base a età / sesso / area geografica / interessi e creatività.
  • Mettere in pausa annunci e adset poco redditizi
  • Ridimensionare gli adset in modo intelligente (aumento di budget incrementale)
  • Testare l’offerta
  • Test su diversi dispositivi e posizionamenti

Molto spesso analizzo i dati anche su strumenti di terze parti (molto spesso mi aiutano e risparmiare tempo e sforzi). Purtroppo questi strumenti vanno conosciuti, testati e pagati. Anche in questo caso non ti sarà d’aiuto un corso o un video scovato su internet. Ti servirà un professionista (se hai bisogno contattami pure).

Questo è quello che io e il mio team facciamo per ogni singola inserzione dei nostri clienti. Un lavoro costante e quotidiano che se non viene fatto ti porta zero risultati.

Questo certifica ancora una volta, la morte delle inserzioni fai-da-te o fatte da imprenditori senza esperienza. Troppo spesso parlo e mi confronto con imprenditori che passano giorni e giorni ad apprendere l’arte di vendere su Facebook, purtroppo con scarsi risultati.

Mediamente un imprenditore o negoziante sceglie come prima opzione quella di farsi in casa le inserzioni. Molti decidono di seguire un corso scovato sul web a qualche decina di euro, per poi ritrovarsi al punto di partenza.

Molti imprenditori pensano che questa sia la strada giusta per risparmiare, invece quasi sempre è il modo peggiore per farlo. Si perde tempo (il tuo tempo ha un costo), ci si allontana dalla propria attività, si investe comunque denaro per corsi, strumenti e budget per inserzioni.

Ma il danno peggiore è il risultato, non riuscendo ad ottenere clienti o vendite stai facendo un favore ai tuoi concorrenti. Stai regalando clienti e non li stai acquisendo tu. Mentre i tuoi concorrenti crescono e recuperano fette di mercato, i tuoi tentativi caserecci producono solo costi (e non investimenti).

La soluzione? Affidarti ad un professionista che ti dimostra risultati ottenuti e che ti garantisce un minimo di risultato. Come faccio io con il servizio “Marketing Zero Rischi”, la formula studiata appositamente per gli imprenditori che vogliono fare marketing su Facebook con la garanzia del risultato.

In pratica se non ottieni risultati ti ritorna l’investimento fatto. In pratica sono l’unico in Italia ad offrirti la Garanzia Soddisfatto o rimborsato in ambito Marketing.

Qualcuno potrebbe pensare: “Ma devo pagarti per ottenere i tuoi servizi!”.

Niente di più vero, ma a differenza del marketing fai-da-te che produrrà probabilmente zero risultati e tante delusioni, se deciderai di affidarmi le sorti della tua azienda su Facebook, potrai avere la certezza del risultato. Oppure è gratis.

Questo ti consente di risparmiare un sacco di tempo, risparmiare soldi (se non ti porto risultati è gratis) e potrai tornare a fare l’imprenditore e quindi dedicarti alla tua azienda o attività.

Inoltre potrai richiedere una consulenza strategia gratuita al telefono con me per conoscermi e avere più informazioni sul mio servizio “Marketing Zero Rischi”. Non devi fare altro che cliccare qui e prenotare in 2 clic la consulenza scegliendo giorno e ora a te più congeniali. Comodo vero?

Che La Forza Del Marketing Sia Con Te!

Ti aspetto al prossimo articolo, Giando 🙂

Published On: Marzo 23rd, 2021 / Categories: Blog, News /

Ricevi Guide, News e Risorse gratuite via email

Iscriviti e ricevi in anteprima i contenuti più interessanti

Iscrizione effettuata correttamente.
errore, verifica i dati e riprova

Cliccando accetti le Privacy Policy del sito. Potrai cancellarti in qualsiasi momento

Hanno parlato di noi su…